Il modulo Graphics

L'aspetto delle tue stampe IBM iSeries AS/400 non ti soddisfa?

Aggiungi fincature, loghi, font e barcode ai tuoi spool di stampa, riformatta pagine e testo "on the fly" senza i limiti e i costi dei moduli continui prestampati.

Graphics è il modulo principale di SPOOL MASTER che trasforma gli spool di stampa dei sistemi IBM iSeries AS/400 in documenti grafici formattati con loghi, fincature, font, immagini.

Grazie al modulo Graphics è possible:

  • arricchire le stampe AS/400 con loghi, fincati e immagini
  • modificare il font dell'intera stampa o di parti di essa
  • aggiungere codici a barre lineari (ad esempio EAN13, Codice 3 di 9, Codice 128, UPC ecc.) e bidimensionali (QR Code, PDF417, Datamatrix)
  • reimpaginare il testo
  • riformattare il testo
  • controllare ogni aspetto dell'output cartaceo (stampa in fronte/retro, reindirizzamento di ciascuna copia su specifiche code di stampa, selezione dei cassetti di entrata e uscita della carta, fascicolazione, pinzatura, bucatura, ecc.)

Le stampe grafiche possono essere inviate a qualsiasi stampante laser che supporti il linguaggio PCL5 (o, tramite l'apposito componente opzionale SM Interpreter , anche a stampanti NON PCL5).

Inoltre possono essere convertite in documenti elettronici per mezzo del modulo Pdf-Tiff.

Modulo GRAPHIC - Spool Master

Aggiunta di elementi grafici: gli overlay

Modulo GRAPHIC - Spool MasterGli Overlay sono le componenti grafiche - come ad esempio loghi, fincati, immagini ecc. - che SPOOL MASTER può inserire nelle stampe iSeries.

Vengono generati in ambiente MS Windows utilizzando un qualunque software di disegno o scrittura (Corel DRAW, Inkscape, MS Word, MS Excel, OpenOffice Writer, OpenOffice Draw ecc) e quindi importate su piattaforma iSeries. Da quel momento in poi, la produzione delle stampe viene gestita nativamente sul sistema AS/400 ed è completamente svincolata dall'ambiente PC nel quale è stata prodotta la grafica.

Comportandosi come lucidi di tipografia o disegni a più livelli, gli Overlay possono essere sovrapposti e combinati fra loro allo scopo di ottimizzare la manutenzione delle grafiche originali e di garantire l'uniformità e la coerenza dell'output.

Grazie a questa caratteristica è ad esempio possibile:

  • applicare la medesima intestazione (logo e dati societari) a più stampe, utilizzandola da sola o sovrapposta ad altre parti grafiche; se l'intestazione deve essere modificata, è sufficiente un'unica operazione di manutenzione per aggiornare simultaneamente tutte le stampe coinvolte
  • gestire con facilità i contesti multisocietari, creando per ciascun tipo di documento un fincato "neutro" e isolando le parti variabili (logo, dati societari e simili) per manutenerle e gestirle separatamente
  • diversificare la grafica delle pagine all'interno dello stesso documento, sovrapponendo gli overlay secondo diverse combinazioni in modo da adattare il layout grafico al contenuto variabile dello spool di stampa

Ottimizzazione della stampa: la rimpaginazione

La rimpaginazione (o Ristrutturazione del Dettaglio) permette di ricostruire dinamicamente lo spool di stampa redistribuendo le informazioni di dettaglio - cioé le informazioni che appaiono tra la testata e il piede del documento, come ad esempio, le righe articolo di una fattura, i movimenti di un estratto conto e simili - secondo logiche diverse da quelle della stampa originale.

Con questa funzione è possibile:

  • segmentare in base a delle chiavi di rottura i documenti contenuti in un'unico spool di stampa
  • aumentare o diminuire il numero delle righe di dettaglio da stampare su ciascuna pagina, e per conseguenza ridurre o incrementare il totale delle pagine stampate
  • differenziare il numero di righe di dettaglio a seconda della tipologia di pagina (sulla prima pagina, sull'ultima e su quelle intermedie) per ottimizzare l'output finale.
    Questo caratterisca permette ad esempio di scrivere le righe di dettaglio anche nel piede delle diverse pagine, tranne che sull'ultima facciata dove verranno invece stampati i totali riepilogativi del documento.
  • eliminare righe superflue dalla stampa
  • inserire nuove righe all'interno di quelle originali
  • eliminare intere pagine
  • suddividere le righe di dettaglio in sezioni logiche, per consentirne il trattamento in forma tabellare (con gestione delle intestazioni della tabella) e facilitare l'applicazione delle operazioni di rimappatura

Formattazione del testo: la rimappatura

Le funzioni di rimappatura consentono di operare su specifiche porzioni di stampa (un singolo carattere, una stringa, una o più righe, una o più colonne, ecc.) al fine di riposizionare, eliminare, duplicare, integrare e formattare il testo dello spool.

I passi di rimappatura permettono ad esempio di:

  • spostare, copiare e cancellare aree di testo
  • inserire diciture costanti o variabili
  • numerare le pagine, anche nel formato "pagina n di t"
  • applicare font fissi e proporzionali
  • codificare stringhe di testo sotto forma di barcode lineari (ad esempio EAN13, Codice 3 di 9, Codice 128, UPC ecc.) o bidimensionali (QR Code, PDF417 e Datamatrix)
  • disegnare riquadri e linee orizzontali e verticali, fissi e variabili
  • inserire singole immagini

Dal momento che l'esecuzione di ogni singola operazione può essere condizionata in base al numero di copia e ad altri elementi desunti dal contenuto dello spool, da suoi attributi o da fonti esterne, si possono produrre contemporaneamente differenti "versioni" dello stesso documento gestendo per esempio le seguenti situazioni:

  • inserimento di diciture e intestazioni in lingua sulle fatture destinate a clienti esteri
  • eliminazione degli importi della merce dalla copia dei documenti di trasporto riservata al vettore
  • rimozione dei valori provvigionali dalla fattura, ad eccezione della copia destinata all'agente

Caratteristiche supportate

Stampa monocromatica o a colori
Stampa in fronte/retro
Aggiunta dinamica di componenti grafiche sovrapponibili (overlay)
Aggiunta dinamica di pagine a contenuto fisso (es: condizioni standard di fornitura)
Definizione delle caratteristiche generali dell'output (formato pagina, orientazione, interlinea, font di default, cassetto di alimentazione e di uscita, forzatura del numero di copie da produrre, ecc.) per ciascun tipo di documento.
Sono gestite più impostazioni generali alternative (per variare ad esempio il numero di copie da produrre a seconda del contesto) e impostazioni specifiche per singole copie e pagine.
Fascicolazione (ordinamento di stampa per Numero di Copia/Documento piuttosto che per Documento/Numero di Copia o Documento/Numero di Pagina/Numero di Copia)
Invio di comandi di Finitura (pinzatura, bucatura, ecc.) in linguaggio PJL e Prescribe
Segmentazione dei documenti contenuti all'interno del medesimo spool di stampa
Rimpaginazione dinamica
Rimappatura dinamica
Stampa di barcode lineari e bidimensionali
Stampa di riquadri (box) e linee
Esecuzione condizionata di ogni singola operazione, subordinata alla verifica di una o più regole di condizionamento.

Utilizzo dei cookie

In questo sito Web utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare o premendo il pulsante "Approvo" acconsenti all'uso del cookie. Per saperne di piu'

Approvo